Davide Camisasca – Nero su Bianco

Sottrazione e astrazione, silenzio e vuoto, atmosfere rarefatte, luce ovattata e bianco totale, figure che paiono emergere dal nulla, sono alcuni degli elementi che caratterizzano le fotografie dell’autore di Gressoney-Saint-Jean, elementi enfatizzati da una sapiente post-produzione che è lavoro di cesello e ricerca della stampa perfetta. Nelle opere recenti di Davide Camisasca la montagna si trasforma da luogo fisico a dimensione interiore, tela la cui trama rarefatta invita lo spettatore a seguire percorsi emotivi e mentali. Le immagini, tutte realizzate in Valle d’Aosta, ne sottolineano la bellezza in alta quota, rinviando a luoghi non tanto topograficamente descritti, quanto piuttosto suggeriti, in cui l’esperienza sensibile della visione si apre all’immaginazione.  (Daria Jorioz)

Nato a Milano nel 1953 Davide Camisasca risiede a Gressoney Saint Jean (Ao) dal 1972. Guida alpina e noto fotografo professionista è specializzato sui temi della montagna e del reportage, ha realizzato importanti mostra personali alla Galleria Il Diaframma di Milano (1992), a Ginevra (1988), a Londra (1990), al Museo della Montagna di Torino (1996), a Trento (1997) e, in più occasioni, in Valle d’Aosta (tra il 1987 ed il 2007). Ha pubblicato libri fotografici sul Monte Bianco, sul Gran Paradiso, sul Gran San Bernardo e sul Monte Rosa. Ha inoltre dedicato alcuni lavori fotografici al patimonio paesaggistico e architettonico valdostano. Nel 1996, inseguendo il suo interesse per le terre e le popolazioni che vivono a cavallo della catena himalayana, ha dato alle stampe Tibet, verso il Monte Kailas e Mustang il regno di Lo. Ha collaborato con numerose riviste italiane e straniere. www.davidecamisasca.com

® Evolution