Richard Felderer – Alfabeto

Alfabeto. In questo portfolio ho deciso di non mettere per forza le foto più belle, ma alcune di quelle più rappresentative, appunto, dei posti, dei ricordi e delle persone che ho incontrato nella mia vita. Per motivi tecnici, cioè la limitatezza dell’alfabeto e le richieste della redazione, ho dovuto limitare a 22 le foto. Non me ne vogliano quelli che sono e rimangono miei grandi amici ma non sono in questo portfolio! Le didascalie sono scarne, direi essenziali. Dovrei scriverci un libro per renderle comprensibili. Ma con l’aiuto di google o scrivendomi, potrete saperne di più, se per caso vi interessa!

Richard Felderer. All’anagrafe sono conosciuto da quasi 48 anni come Richard Felderer, ma da che io possa ricordare, tutti mi hanno sempre chiamato Riky. E da almeno 25 anni sono alto due metri! In tempi non sospetti abbandono il basket per dedicarmi allo skateboard, sport non particolarmente adatto a chi possiede il baricentro alto, e, nelle pause forzate dagli infortuni, conosco l’arrampicata grazie alla palestra di Monza del Rondò dei Pini, dove un esuberante Eugenio Podio (pace all’anima sua) aveva appiccicato delle prese al muro. Dopo gli studi in Scienze Ambientali (che abbandono quando manca un esame e con la tesi già fatta) mi dedico alla fotografia. Faccio una scuola, di due anni, e comincio il lavoro. L’arrampicata, il fuoripista e la fotografia sono il presente, e spero, il futuro. Il lavoro mi porta presto a cambiare “sponda” forzandomi a diventare anche giornalista, e a prendere la direzione di una rivista di snowboard. Cosa che mi dà da mangiare e mi permette di girare le montagne del pianeta per una decina d’anni. Poi, un po’ la crisi, un po’ l’età, un po’ forse la crisi di mezza età decido di mollare tutto e rimettermi solo a fare fotografia. Lavoro-passione presto affiancata da una nuova: il video.
E così per qualche anno ho mollato i lavori più stabili per ritornare anch’io un po’ “zingaro” delle montagne, a raccontare con foto e video ciò che mi circondae ciò che reputo più interessante. Da due anni mi sono spostato in Sardegna, a Lotzorai. Se proprio devo dare una definizione più precisa, direi che sono nato a Monza nel 1970, mi sono trasferito a Milano nel 1995 circa al 2006, quando per l’appunto mi trasferisco in Sardegna. Faccio principalmente foto di snowsports (sci e snowboarding), mountainsports (climbing, bouldering, big mountain), un po’ di moda e still life da una ventina d’anni.
Uso Nikon.