Tree Time

Da novembre 2019 e fino a febbraio 2020 il Museo Nazionale della Montagna di Torino ospita la mostra Tree Time, una riflessione sui concetti di cura degli alberi e di gestione della montagna, di salute e biosicurezza delle piante, alla luce delle recenti dinamiche di alterazione e di distruzione di alberi, boschi e foreste. Sabato 23 novembre 2019, in occasione della Giornata Nazionale degli Alberi, in collaborazione con il Trento Film Festival sarà proiettato Le Temps des forêts, un viaggio nel cuore della selvicoltura industriale e delle sue alternative.

La mostra Tree Time e il suo public program proseguono il percorso intrapreso nel 2018 e volto ad indagare le principali problematiche ambientali che vedono protagonista la montagna in questo inizio di XXI secolo.
La riflessione sul verde urbano, sulla cura degli alberi e dei parchi cittadini, così come la necessità di avviare nuove e significative politiche in materia di cura, fruizione e di incremento del verde urbano, sono alla base di uno sguardo consapevole che guarda al futuro della collettività.
Il verde che circonda il Museomontagna è un vero e proprio bosco urbano. Il suo potere in termini di stoccaggio della CO2, il suo contributo al raffreddamento delle temperature estive, oltre al suo valore sociale e turistico, sono alla base di un bisogno di riqualificazione e di rivitalizzazione su cui il Museomontagna ritiene di dover lavorare.
È in questo contesto che si sviluppa Urban Forest, elemento di congiunzione tra la mostra e il public program. Un laboratorio progettuale pensato come percorso di analisi, studio e ripensamento del bosco del Monte dei Cappuccini che, da novembre a marzo 2020, vedrà riunirsi attorno a un tavolo di lavoro un team di esperti in materia. Il percorso porterà alla presentazione dei materiali progettuali all’interno di un evento espositivo ad aprile 2020.

Nota. Domenica 12 gennaio 2020, alle ore 10.00, sempre al Museomontagna di Torino si terrà il laboratorio didattico Tree time, gli alberi raccontano il tempo. L’albero è considerato universalmente uno dei simboli più rappresentativi della vita. Le sue fasi, i suoi cicli, i suoi meccanismi sono molto simili a quelli della vita dell’uomo. Nel laboratorio didattico questa figura è per i bambini un’esperienza sensoriale di simbiosi. Dopo la lettura di libri dedicati all’albero, con acquerelli e matite i bambini creeranno un simpatico libretto personalizzato, che racconti la stagionalità e la vita delle piante.

Per maggiori informazioni
http://www.museomontagna.org/it/area-espositiva/mostre-e-attivita.php?p=i&id=430

Pubblicato il