Giorni Diversi-Giorgio Giua

Una breve ma entusiasmante raccolta di racconti scritta da Giorgio, un’amante dell’avventura.

Ingegnere per gli studi, ma sportivo outdoor per passione. Come la definisce lui stesso: “una vita da mediano”. Amante della fatica, consapevole che lo sforzo dell’andare in montagna -e non solo- porta alla crescita, fisica e psichica della persona.

I racconti sono scritti tramite ricordi vividi dell’autore, in alcuni momenti sembra quasi di essere presenti sulla scena. La serie di racconti si sussegue in ordine cronologico, si osserva e si partecipa alla continua evoluzione di un ragazzo che da semplice frequentatore della montagna, che rischia di perdersi nelle montagne di casa, si ritrova ad essere sempre più esperto.

Giorgio Giua in azione

La sua passione non si ferma però alla montagna ma anche alle discipline nautiche. Regatante e successivamente istruttore di vela.

La scrittura è semplice, precisa, snella ed invitante. Ogni tanto esce la parte ingegneristica, ma viene agilmente spiegata e chiarita. Si nota un filo comune tra tutti i racconti, la passione, sia per lo sport o per l’attività che per i figli e la famiglia. In generale una passione per la vita, che lo porta durante gli anni della pensione ad essere comunque pronto a rimettersi in gioco.

Il titolo non è scontato, andare in montagna col solo fine di raggiungere una cima è un gioco che non vale la candela. Si va in montagna per avere dentro di sé il ricordo, per poterne gioire anche quando si è seduti davanti alla scrivania. I “giorni diversi” sono proprio i giorni che si ricordano con maggior vita, non perché è filato tutto liscio, anzi, perché le cose non sono andate come si voleva, ma in un modo o nell’altro se ne è usciti. Se ne esce sempre vincitori, perché ogni esperienza è un gradino in più di conoscenza e competenza, sono queste le giornate che formano.

Giorni diversi” si presenta come una raccolta autobiografica alternativa. Non scade nel banale e tiene sempre il lettore attento, la gioia di vivere è il cardine che unisce i diversi episodi, che si parli del Nepal o dell’appenino dietro casa.

Una lettura rapida e consigliabile per chiunque apprezzi stare all’aria aperta.

Appassionanti e avvincenti sono sicuramente “Lorenzo e il calcetto”, “Isola della vela” e “Una vita da mediano”. Che riproporremmo prossimamente su Alt(r)ispazi.

La copertina
Pubblicato il